corrierecity.com

Sportivo

Fabio Aru che rischio! Ma la Maglia Gialla è sua

Share
Chiudi

   Apri

Il gruppo ormai è frazionato da un pezzo e Marcel Kittel è a distanza di sicurezza rispetto al drappello dei corridori di testa che sognano per una volta una volata senza avere il fiato sul collo del tedesco. I tre sono rimasti in piedi miracolosamente, sul bordo della carreggiata, e hanno proseguito, ma il fuori programma li ha costretti a recuperare qualche secondo. I Marginal Gains che ritornano sotto a bomba: guai a darli per sepolti. Subito dopo il termine della tappa, partirà la trasmissione Tour Processo, che analizzerà attentamente tutto ciò che è successo.

Il voto contro Letta, Speranza ammette: "Ha ragione Renzi"
Ci sono intere carriere costruite sul vittimismo anziché sul risultato. "Mi è tornata in mente una frase ascoltata tanto tempo fa: "Sono convinto che il silenzio esprima meglio il disgusto e mantenga meglio le distanze".

Ad appoggiare e sostenere il corridore sardo c'è però anche un suo carissimo amico ed ex compagno di squadra nell'Astana Vincenzo Nibali. "Siamo 4 ciclisti in mneo di 40". Una prima idea sul roster dei favoriti di giornata si può vedere in concomitanza con la fuga del giorno composta da Reto Hollenstein (Katusha), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Timo Roosen (Team Lotto Jumbo), Thomas Voeckler (Direct Energie), Maxime Bouet (Fortuneo). Ma non solo: ha fornito importanti indicazioni sugli sviluppi di una corsa mai così incerta e scoppiettante, vissuta sul filo dei secondi.

Hawaii, fiamme al 26esimo piano di un grattacielo a Honolulu
I vigili del fuoco non hanno ancora escluso che ci siano altre persone intrappolate negli appartamenti investiti dalle fiamme. Tragedia nelle Hawaii dove un incendio scoppiato all'interno di un grattacielo ha causato almeno tre morti.

Le due salite verranno affrontate al km 131.0: Côte du viaduc du Viaur, 2.3 km al 7% e al km 145.0: Côte de Centrès, 2.3 km al 7.7%. Una difficoltà ininfluente ai fini della tappa odierna, ma che lascia qualche dubbio sulla condizione del velocista tedesco, per il quale la trappola del tempo massimo è l'unico ostacolo rimasto verso la maglia verde. "I due spagnolo scollinano al Col d'Agnes con poco più di 2" dagli altri big. Aru dovrà difendere la leadership anche oggi, sabato 15 luglio, quando si correrà la quattordicesima tappa, con partenza da Blagnac alle ore 13 e arrivo a Rodez previsto tra le 17.27 e 17.52. Domani tredicesima frazione, la Saint-Girons-Foix di 101 km."Nella vita bisogna sempre provarci! Damiano Caruso è 14° a 11'13". "I grandi della generale arrivano tutti assieme, tranne Fabio Aru che perde 26".

Tour de France, Barguil vince 13/a tappa e Aru conserva maglia gialla
Il basco del Team Sky e Contador transitano per primi sul Gpm con una trentina di secondi su Quintana , Barguil e Kwiatkowski. Nell'ultimo tratto, da brividi con punte del 18%, Froome prova due volte ad attaccare Aru che però risponde colpo su colpo.

Doveva essere una tappa di transizione, una di quelle che fanno gola ai fuggitivi e invece si è rivelata quella decisiva (in negativo) per il nostro Fabio Aru, ritrovatosi in maglia gialla per un soffio due giorni fa e battuto su una salita che avrebbe dovuto fare il solletico al Cavaliere dei Quattro Mori. Poi Gilbert, un bravo Jay McCarthy (Bora), Sonny Colbrelli (Bahrain) e quindi Chris Froome, che precedendo Daniel Martin e Rigoberto Urán si evidenzia come miglior uomo di classifica oggi.

Share