corrierecity.com

Esteri

Ius Soli, Premier: non si fa entro estate

Share
Chiudi

   Apri

     
     
    Chiudi

   Apri

Eppure fino a poco più di un mese fa il governo parlava dell'approvazione dello Ius Soli come di una "battaglia di civiltà" e la concessione della cittadinanza ai minori stranieri nati in Italia veniva raccontata come "un'urgenza". "Tenendo conto delle scadenze non rinviabili in calendario al Senato e delle difficoltà emerse in parte della maggioranza non ritengo ci siano le condizioni per approvarlo prima della pausa estiva". Continueremo a opporci fermamente a questa legge: "le priorità del Paese sono altre". Il premier assicura comunque che "l'impegno mio personale e del governo per approvarla in autunno rimane". Così il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha annunciato un importante passo indietro su un provvedimento che aveva messo in discussione la tenuta della maggioranza.

"Il governo non rischia la crisi sullo ius soli anche se al Senato la situazione è sempre complessa". Ebbene, secondo i dati dell'ultimo sondaggio si scopre che il 40% consiglierebbe a Renzi di allargare l'alleanza pre-Elezioni al centro (quindi con Alfano) e anche a sinistra, in una sorta di nuova Unione di Romano Prodi. Ma in quella sede la reazione di Angelino Alfano e i ministri a lui vicini sarebbe stata quasi certamente un'uscita definitiva dall'esecutivo. Con una nota, il premier Gentiloni frena sulla legge sullo Ius soli, motivo di attrito all'interno della maggioranza. "Oppure è favore a nazionalisti avversari". L'Istituto Nazionale di Statistica sostiene che, in caso di essere approvata, circa 800mila bambini e giovani si beneficeranno con la nuova legge. Esulta invece Matteo Salvini che canta "vittoria" e la intesta alla Lega.

Chiudi

   Apri

     
     
    Chiudi

   Apri
Chiudi Apri Chiudi Apri

Il rinvio dello Ius Soli "è una vittoria dei prepotenti sui piccoli che non hanno voce, una vittoria dell'indecisione, una vittoria dell'incapacità di risolvere i problemi". Il diritto in questione "non è un premio ma uno strumento fondamentale di integrazione", sottolinea il vescovo. "Nessun cedimento culturale alla propaganda della destra", aggiunge Speranza.

E così affonda la propaganda e riemerge la realtà di questo Pd e di questo governo. Ancora una volta a vincere sono le ragioni di una cultura ipocrita e regressiva. Ma legge sembra destinata a finire su un binario morto: in autunno le condizioni politiche saranno ancor più difficili. "I clandestini vanno cacciati e non trasformati in cittadini".

Milan, Montella: "Bonucci è il miglior difensore centrale al mondo"
Nonostante ciò a prescindere da chi porterà la fascia Montella ritiene che debba esserci un Milan con più di un capitano . L'ex juventino ha terminato le visite mediche alla Clinica La Madonnina e dopo una pausa in albergo andrà a Milanello.

Dalle parti del Nazareno, come riferisce il Messaggero, la preoccupazione che Gentiloni portasse il provvedimento in Aula con il voto di fiducia stava diventando panico. La stagione estiva vedra' un intensificarsi delle partenze, degli arrivi sul nostro territorio e purtroppo anche degli incidenti in mare: non possiamo piu' reggere il flusso inarrestabile di migranti economici. Per Renato Brunetta invece si tratta di un "bagno di realismo per Gentiloni e di una sconfitta politica per Renzi e Pd".

Nel giro di pochi giorni il governo é passato sullo ius soli dalla fiducia al rinvio.

Bonus asilo nido da 1000 euro: al via le domande
Diritto al bonus anche peri cittadini stranieri aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria. Non è richiesto l'Isee , ma è necessario attestare l'iscrizione al nido per accedere al beneficio.

Palermo, uccello con testa mozzata davanti a scuola Falcone. "Intimidazione"
La statua era stata recintata ed era stato attivato un sistema di videosorveglianza che, però, al momento non è funzionante. Dopo il danneggiamento del busto del magistrato , la sorella aveva chiesto maggiore vigilanza sui luoghi.

Share